• Viale San Michele del Carso 13 20144 Milano
  • studio@cclegal.it
  • 02 49524655 02 49524656339 6191446

QUANDO SI PUO’ CHIEDERE LO SFRATTO PER FINITA LOCAZIONE?

La legge consente di chiedere lo sfratto non solo quando l’inquilino non paga e quindi sussiste una morosità, ma anche quando il contratto di locazione è scaduto.

Lo sfratto per finita locazione è una procedura che può essere istaurata alla scadenza del contratto di locazione (otto anni se si tratta di una locazione abitativa oppure dodici anni se si stratta di una locazione ad uso diverso da quello di abitazione), sempre che il contratto non si sia rinnovato.

La legge (art. 2 legge 9 dicembre 1998, n. 431) prevede, infatti, che sei mesi prima della seconda scadenza del contratto, ciascuna delle parti ha diritto di attivare la procedura per il rinnovo del contratto a nuove condizioni o per la rinuncia al rinnovo del contratto mediante l’invio di una lettera raccomanda ar. La parte interpellata deve rispondere, sempre con raccomandata ar, entro sessanta giorni dal ricevimento della raccomandata. In mancanza di risposta o in mancanza di accordo tra le parti il contratto si intenderà scaduto alla seconda scadenza.  In mancanza invece della raccomandata da inviare sei mesi prima della seconda scadenza, il contratto è rinnovato tacitamente alle medesime condizioni.

Alla scadenza del contratto di locazione, se l’inquilino continua ad occupare l’immobile, il proprietario può procedere con la procedura di sfratto per finita locazione.

Il Giudice, verificata la scadenza del contratto, convaliderà lo sfratto per finita locazione e concederà quindi all’inquilino un termine per rilasciare l’immobile, scaduto il quale il proprietario può iniziare la procedura esecutiva per liberare coattivamente l’immobile tramite l’ufficiale giudiziario.

E’ opportuno precisare che anche se il contratto è scaduto, l’inquilino deve continuare a pagare l’importo del canone di locazione e le spese fino al momento del rilascio.

Con l’ordinanza di convalida di sfratto per finita locazione, il Giudice condanna l’inquilino anche al pagamento delle spese legali.

Se hai un inquino che non paga o un inquilino che non rilascia spontaneamente l’immobile anche se il contratto di locazione è scaduto, contatta il nostro studio al numero 0249524655 o via mail all’indirizzo studio@cclegal.it per un preventivo gratuito e senza impegno.

Lascia un commento

Chatta
Serve aiuto?
Buongiorno, serve aiuto?
Chiama oraPrivacy Policy Cookie Policy